InLombardia

Innanzitutto questo sarà un post un pò diverso dai soliti. Di solito viaggio per conto mio, e vado dove voglio, quando voglio e come voglio. Amo la libertà di fare quello che mi pare! 😀 Questa volta però il compromesso valeva la pena, visto che il tour, in Lombardia, che abbracciava 4 città in 5 giorni era organizzato dalla Regione Lombardia (# inLombardia #il365), in collaborazione con la Regione Piemonte (#VisitPiemonte) e molto ben strutturato! Un’anticipazione? Si mangerà di brutto!! E super bene!! 😛

Cremona, Lodi, in Lombardia e poi Alba e Torino in Piemonte, prima di tornare a casa.
Come ogni blog tour, ci sono con me e “Tommaso”, il mio fido aiutante, (dato che il mio compagno di avventure Davide è ancora disperso tra canguri e koala) e altri 8 bloggers ed instagrammers. Bella compagnia, italiani, russi, brasiliani, greci…
L’inizio è da incubo, sciopero dei treni, tutti in ritardo, ce la faremo a prendere la coincidenza. Io di sicuro! Il mio treno è in perfetto orario…. aspetta! Cosa?? Classico! come  non detto, anche il mio treno partirà con 90 minuti di ritardo!! Non mi arrendo cerco un treno alternativo e lo trovo, scendo, corro verso l’entrata della metro, arrivo al binario salto dentro il vagone e miracolosamente riesco a prenderla!! Che la vacanza abbia inizio!

In Lombardia Tour. Giorno 1: Cremona

Sapevate che a Cremona nasce la tradizione ultra centenaria della fabbricazione di violini? Io non lo sapevo e non sapevo neanche che Stradivari, non Stradivarius il negozio con tutti quei bei vestiti per le ragazze, ma il celebre compositore Cremonese fosse originario di questa città in Lombardia!! E noi abbiamo visitato una delle liuterie più note in città: la Liuteria Cremonese Stefano Conia. Beccatevi allora un paio di foto! 😉
Violino Stradivari in Lombardia
liuteria conia in Lombardia
Violins-Making in Lombardia

La visita in Liuteria  davvero interessante! Altamente consigliata se passate da queste parti! Onestamente è stato il momento più rilevante a Cremona, per quel che mi riguarda. Ciò non vuol dire che non ci sia altro. In questo periodo c’è anche la Fiera del Torrone, di cui Cremona è famosa. Ma anche la Piazza del Comune e deliziosi ristoranti che ti fanno dire “ne è valsa la pena venire qui!” Come ad esempio l’Hosteria 700 o il Ristorante Il Violino.

Il nostro gruppo è un pò pazzo, ma quel pazzo che ci sta! Mix culturali e regionali che ci rendono completi! C’è chi si cura di scattare in maniera peculiare le foto ad ogni pietanza provata, chi prova ad immortalare Piazza del Comune, fallendo miseramente date le dimensioni del Torrazzo di Cremona, che per solo un metro, non è il campanile storico più alto d’Italia. E poi ci sono io che resto sempre indietro, a filmare, e a congelarmi con le mie converse di tela sotto la pioggia! :/

Piazza-del-Comune-Cremona in Lombardia
Cremona-Portici-Centro in Lombardia
Cremona-Centro in Lombardia

A Cremona poi abbiamo visitato il Museo del Violino e assistito alla performance di una giovanissima artista che ha suonato per noi uno Stradivari (del 1749 se ricordo bene).

In Lombardia. Giorno 2: Lodi

Ma è già ora di andare a Lodi…nebbia e tempo tipico della pianura Lombarda, in realtà pranziamo qui e facciamo un breve giro per la città, meno male che alla fine il sole ci fa la cortesia di “uscire” e possiamo ammirare un tramonto particolarmente suggestivo!

Lodi-Centro-Tramonto in Lombardia

In Lombardia. Giorno 3: Alba

In meno che non si dica siamo nuovamente sul nostro minibus, destinazione Alba, per la Fiera del Tartufo Bianco! Arriviamo li che stanno già chiudendo, ma facciamo in tempo a far un giro per la fiera, assistere ad un’esibizione culinaria e a far pure aperitivo!

Siamo bloggers, qui non si butta via neanche un minuto! 😉
E veniamo premiati! La notte la si passa all’Albergo dell’Agenzia! Con cena a base di tartufo annessa! Non sono un amante del tartufo ma non posso che dar pieni voti alla cena! Ora a nanna, domani si parte alla vota di Torino, nostra ultima tappa!

In Lombardia con VisitPiemonte. Giorno 4: Torino

Torino, per me è come essere a casa, vivendo a meno di un’ora di macchina dalla capitale del Gianduia! E’ sempre un piacere comunque! E anche se Torino la conosco piuttosto bene per evidenti motivi logistici, le nostre guide sono davvero preparate e professionali e riescono a rendermi la visita alla capitale dei Savoia molto interessante. Dal giro iniziale di Porta Palazzo, alla visita con annessa pausa ad uno dei bar più storici dove ci sorseggiamo un classico Bicerin! 😉

Ma come detto all’inizio questo tour è all’insegna del cibo, e per pranzo non poteva mancare un ristorante di tutto rispetto in pieno centro! 😛 Dopo pranzo visitiamo la mostra di Toulouse-Lautrec, e la sera giro in electric bus per i vicoli del centro! Tanta roba!! 🙂

Siamo stanchi il tour è stato intenso, ricco di cibo, posti affascinanti, e cultura! Ora a letto, domani ultima tappa: Venaria Reale! Buonanotte! 😉

 

Farmacia-Storica-Torino in Lombardia
Palazzo-Madama-Torino in Lombardia
Palazzo-Carignano-Torino-Centro in Lombardia

In Lombardia con VisitPiemonte. Giorno 5: Venaria Reale

Beh la residenza fuori città dei Savoia, è sicuramente un must se visitate Torino, ma ve lo dico già ci sono troppe cose da visitare, vedere ed assaporare a Torino, dovrete ritornarci più e più volte! Ma torniamo a noi, Venaria Reale. Qualcosa stile Versailles, la visita all’interno del palazzo è affascinante e il salone da ballo mozzafiato!! Anche i giardini non sono male, peccato che sia fine Novembre, sicuramente con la bella stagione l’impatto è più d’effetto!

 

Venaria-Reale-Giardini in Lombardia

Ritorno a casa

Come tutte le belle cose si sa, anche i bei viaggi giungono alla loro fine. Questi 5 giorni sono passati in fretta, anche perchè sono stati intensi, positivi, costruttivi ed interessanti!
Non dimenticatevi di visitare la Lombardia ed il Piemonte, non sottovalutate queste due regioni: hanno molto da offrire, e a pochi km da casa! 😉

A presto!

(Visited 136 times, 1 visits today)

Pin It on Pinterest