INFORMAZIONI GENERALI

 

Nome: Bali
Nazione: 
Indonesia
Conformazione: Isola, fa parte
dell’arcipelago delle Piccole Isole
della Sonda.
Lingua: Indonesiano, Balinese, Inglese

 

 

Moneta: Rupia Indonesiana (IDR)
Prefisso Telefonico
: +62
Fuso orario: UTC+8
Aereoporti: Aeroporto di Denpasar (DPS)
Religione: Induismo

Perché scegliere Bali?

Sei alla ricerca del tuo nuovo viaggio? Sei sempre stato appassionato della cultura orientale ma non hai mai avuto modo di vederla da vicino? Decidi che è arrivato il momento. Basta vedere foto di spiagge meravigliose, post che parlano della spiritualità orientale, è il momento di toccare con mano quella realtà.
Ecco perchè Bali. Se hai mai fatto questo tipo di pensieri o se in modo implicito vuoi dargli una risposta concreta, beh,la risposta è Bali.
Bali e l’Indonesia sono sicuramente in tutte le liste di chiunque ama l’oriente. E’ un modo facile, diretto ed affascinante per iniziare a scoprire quel mondo meraviglioso che è l’Asia.

Cosa prendere in considerazione se vogliamo andare a Bali?

Prima di tutto la stagione e il tempo.
 Se vogliamo che il nostro viaggio non sia all’insegna di ombrelli e mantelline per la pioggia, valutare la stagione in cui andiamo è FONDAMENTALE!

Mesi migliori per visitare Bali

A Bali parliamo di clima tropicale, l’isola si trova di poco sotto l’equatore il che vuol dire stagioni invertite rispetto all’Italia. Il periodo migliore per visitare l’isola va  da Maggio fino ad Ottobre circa. In questo periodo troviamo un clima tropicale, caldo-umido ed ogni tanto vi rinfrescherà qualche acquazzone tipico dei paesi ai tropici.
Bene, abbiamo scelto il periodo migliore per il nostro viaggio. Adesso inizia una delle parti più belle, interessarci su cosa vedere, quali sono i luoghi assolutamente da non perdere, quelli meno turistici ma che ci danno una visione reale del luogo, qual’è la cultura, come vivono i Balinesi, quali sono i cibi tipici. Tutte curiosità che ci aiutano a pregustare, a farci venire l’acquolina in bocca e ci preparano per la nostra esperienza indonesiana.

Preparazione del viaggio

Va detto che Bali è un’isola particolare che si distacca completamente dal resto dell’Indonesia. Lo fa in maniera evidente con la religione. Bali è l’unica isola con prevalenza di religione induista, distaccandosi dal resto dell’Indonesia che invece è per la maggioranza di religione musulmana.
E’ estremamente interessante farsi raccontare magari da qualche locale quali sono le loro abitudini e come vivono i balinesi.
La loro cultura appunto è ciò che rende Bali magica, per cui informarci il più possibile prima di partire è essenziale, così possiamo evitare di fare i turisti dal click della macchina fotografica facile senza conoscere minimamente cosa abbiamo appena immortalato. I balinesi inoltre sono molto gentili di indole quindi con un pò di curiosità negli occhi ci basterà chiedere a qualcuno di loro delle informazioni e saranno felici di raccontarci le loro storie.

Come muoversi a Bali

Per gli spostamenti all’interno dell’isola, fondamentalmente ci sono 2 opzioni.
  1. Noleggiare uno scooter e distriscarsi nel traffico folle dell’isola.
  2. Noleggiare un driver e farsi portare. Ci sono diverse compagnie che organizzano tour anche personalizzati.
Noi abbiamo provato entrambe le opzioni, a meno che non sei molto abile con lo scooter ci sentiamo di consigliare vivamente l’opzione noleggio driver che permette di avere tour già costruiti o come dicevo precedentemente personalizzabili. I costi sono contenuti, si riescono a vedere molte più cose e facendo 2 chiacchiere con il driver possiamo imparare molte cose interessanti riguardo l’isola ed i balinesi.
Per info lascio il link della compagnia BaliGoldenTour alla quale ci siamo rivolti noi, si sono rivelati molto disponibili, simpatici, economici e sopratutto professionali. 😉

Cosa vedere a Bali?

La lista delle meraviglie sia naturali che culturali presenti in quest’isola è davvero lunga.
Partiamo dal presupposto che l’isola possiamo dividerla per praticità in zona sud e zona nord. Nella zona sud c’è la parte più turistica con spiagge mozzafiato, centri commerciali, aeroporto, scuole di surf e ristoranti di ogni genere.
Nella zona nord invece c’è la parte più “selvaggia” dell’isola, possiamo trovare le famose risaie, foreste piene di scimmie, templi e riusciamo ad assaporare in maniera più autentica come davvero vivono i balinesi.
Come dicevo prima ci sono davvero tante cose da vedere su quest’isola cerchiamo di nominarne alcune tra le più importanti e secondo me imperdibili.
Bali è sinonimo di Templi e spiritualità.
Ulun Danu Beratan

Tempio che sorge sul lago Beratan appunto. Tra i più fotografati e da non perdere.

ulun-danu-beratan
Pura Luhur Uluwatu

Tempio a strapiombo sul mare, assolutamente da vedere al tramonto dove poter ammirare l’oceano mentre il sole va a dormire. Al tramonto è possibile anche godersi (acquistanto il biglietto) la tradizionale danza Kecak, dove attraverso canti corali viene creata la musica sulla quale dei danzatori raccontano la storia di Ramayana.

uluwatu-temple
uluwatu-bali
Tanah Lot

Tempio che sorge su una roccia in mezzo al mare. Meraviglioso. Inoltre è possibile anche visitare un mercato tradizionale che si trova a pochi passi dal tempio.

tanah-lot-temple-bali
Banjar Hot spring water

E’ una sorgente di acqua termale, dove l’acqua sgorga da bocche di animali di pietra. Suggestiva come meta possiamo anche fare il bagno e avere un pò di relax.

Bali è anche meraviglie naturali

Git Git Waterfall

E’ una cascata nel bel mezzo della foresta, tra le tante cascate che possiamo trovare sull’isola è sicuramente tra le più famose. Se vogliamo si può fare il bagno.

git-git-bali
git-git-waterfall-flowers
Jatiluwih Terrazze di riso

Sono sicuramente le più belle terrazze di riso a Bali a mio parere. Talmente grandi e belle da essere considerate patrimonio dell’UNESCO. Decisamente imperdibili.

jatiluwih-rice-terrace
Monkey Forest e Ubud
Il nome dice già tutto. Una foresta davvero bella e ben tenuta con tantissime scimmie (macachi balinesi) a volte dispettose ma sicuramente DA VEDERE!
Si trova vicinissima al cuore di Ubud, cittadina considerata il centro culturale dell’isola e sicuramente fa parte delle mete imperdibili. Qui possiamo ammirare i dipinti fatti con la tecnica del Batik, o sculture di legno o pietra tradizionali. Ci immergeremo totalmente nella cultura balinese.
little-monkey
very-little-monkey-bali
Coltivazioni di Caffè
Molto interessante il tour che spiega come vengono fatti i vari tipi di caffè, fanno vedere le varie piante ed è possibile fare una degustazione di vari caffè e the, compreso il famoso caffè Luwak.
coffee-bali
coffee-tasting-bali
Tegallalang Terrazze di riso
Le terrazze di riso vicine a Ubud, sono tra le più famose, a mio parere non riescono a raggiungere la bellezza di quelle di Jatiluwih ma sono comunque molto caratteristiche. Inoltre ci sono diversi ristoranti proprio di fronte alle terrazze. Il pranzo accompagnato da quel panorama è fortemente consigliato.
tegallalang-rice-terrace
Nusa Lembongan
E’ un’isola molto piccola che si trova difronte al porto di Sanur. Per saperne di più a breve uscirà un articolo dedicato. 😉

Curiosità

Bali grazie alla sua numerosa quantità di templi è conosciuta anche come “l’isola degli dei”.
Lo sport nazionale dell’isola (oltre ad essere appassionati di motociclismo e calcio) è il combattimento dei galli.

PRO

Natura: Spiagge molto belle, altrettanto le foreste,
meravigliose le terrazze di riso.
Prezzi: decisamente bassi.
Popolazione: molto calorosa, sempre con il sorriso
e disposti ad aiutarti o a fare 2 chiacchiere.

CONTRO

Traffico: nelle zone di Denpasar o Kuta è davvero molto caotico.
Lingua: non è un vero e proprio contro ma non
tutti parlano bene inglese, a volte puoi trovare difficoltà
nel farti capire.

Cucina Locale

La cucina locale balinese devo dire che è molto buonaLa cosa che ho apprezzato di più è il loro piatto tradizionale il Nasi Goreng. Lo possiamo trovare ovunque e in tutte le forme. Si tratta di riso fritto speziato con sopra l’uovo. (vedi foto sotto).
Inoltre buonissima è la frutta che possiamo trovare. Il banco frutta di un supermarket è ben diverso da quello che possiamo vedere in Europa.

nasi-goreng
fruits-bali

Non ci resta che prenotare il nostro viaggio e partire.

Buon viaggio
polakidis-monkey-forest-bali

Sporadi

(Visited 212 times, 1 visits today)

Pin It on Pinterest